Se hai in mente un obiettivo hai bisogno di un Coach!

Il coach è l’uomo del saper fare

Cosa fa il coach?

  • Aiuta a DISTINGUERE un buon PROPOSITO da un vero OBIETTIVO.
  • Aiuta a GENERARE una serie di ALTERNATIVE (solution).
  • Stabilisce una serie di AZIONI, SPECIFICHE, che ti portano al TRAGUARDO (GOAL).
  • EQUILIBRA le diverse AREE che compongono la tua VITA.
  • Ragiona per OBIETTIVI.
  • Il COACH sa COSTRUIRE la TUA META.
  • È un FACILITATORE che ti AIUTA a capire cosa VUOI.
  • STIMOLA, con domande EFFICACI, a trovare la propria STRADA, la propria VERITA’, RISPOSTE e RISORSE.
  • Ti porta in un viaggio di scoperta che, inevitabilmente, porta una NUOVA e profonda CONSAPEVOLEZZA.
  • Ti porta da visuale a VISIONE.
  • Il coach ascolta per cogliere la GRANDEZZA di una persona per sentire e vedere cosa potrà RAGGIUNGERE.
  • Il coach ha le abilità per ispirare le persone e dichiarare POSSIBILE il futuro straordinario che desiderano e in seguito trasformarlo in REALTA’.
  • Definisce con CHIAREZZA e PRECISIONE una META (GOAL)
  • Identifica con chiarezza il punto di PARTENZA.
  • Cerca risorse (mezzi) indispensabili per andare da A a B
  • RIMUOVE gli ostacoli: convinzioni (ma, perché) emozioni (blocchi, paure)
  • Seleziona una serie di AZIONI che risultano essere giuste per il GOAL

Il coach aiuta a definire gli obiettivi con CHIAREZZA e PRECISIONE attraverso metodi di Coaching.

Il coaching è una metodologia di sviluppo personale nella quale una persona (detta coach) supporta un cliente (detto coachee) nel raggiungere uno specifico obiettivo personale, professionale o sportivo. Un coach fornisce uno specifico supporto verso l’acquisizione di un più alto grado di consapevolezza, responsabilità, scelta, fiducia e autonomia.

Il coaching è una relazione processuale fondata sulla scoperta e lo sviluppo delle potenzialità personali. Il metodo offre al cliente strumenti che gli permettano di elaborare ed identificare i propri obiettivi e rafforzare la propria efficacia e la propria prestazione. Presupposto di partenza è che ogni persona abbia delle potenzialità latenti; l’obiettivo del coach è di scoprirle ed insegnare al cliente come utilizzarle.

Nel caso del life coaching ad esempio, il coach allena la persona a sviluppare il suo potenziale latente al fine di vivere con più soddisfazione la sua esistenza, a darsi obiettivi concreti allineati ai propri valori personali, e a raggiungerli con motivazione. Il lavoro del coach spesso investe il ragionamento e propone essenzialmente di cambiare abitudini poco funzionali al vivere la vita con soddisfazione, in favore di nuovi comportamenti positivi. Se lavora nell’area business, invece, il coach può essere una persona dell’azienda o un consulente esterno. Nel primo caso il coaching è meno centrato sulla cultura e valori professionali e più sulle competenze tecnico specialistiche. Nel caso del business-coach come consulente esterno l’accento è posto invece sulla prestazione sul risultato e sul concetto di lavoro di squadra.

Un aspetto distintivo del coaching è che un coach è un facilitatore di processo e non di contenuto, che interviene in modo “neutro” in una relazione: non indirizza, non consiglia, ma facilita il cliente in una una scoperta autonoma delle “proprie” soluzioni e verità.

Parliamone!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...